Metodi Statistici

Molti dei dati presentati sono stati calcolati utilizzando il software SEER*Stat prodotto da: Information Management Service, Inc.
12501 Prosperity Drive, Suite 200
Silver Spring, MD 20904

seerstat@ims.nci.nih.gov

in collaborazione con:
The SEER Program of the National Cancer Institute.

Vengono presentate le seguenti statistiche:
Numero di casi (o decessi):

e' il numero di casi (o decessi) registrati nel periodo indicato.

Tasso grezzo:

è il rapporto fra il numero degli eventi (N) e la numerosità della popolazione che li ha espressi in un certo tempo (un anno nel presente testo), moltiplicato per una costante, di solito 100.000, allo scopo di facilitarne la lettura.

Errore standard (ES) del tasso grezzo:

viene calcolato assumendo che il numero di casi (o di decessi) abbia una distribuzione di probabilità di Poisson

Intervallo di confidenza (95%) di un tasso grezzo:

viene calcolato con la seguente formula

ChiInv(p,n) è l'inverso di una distribuzione Chi2 valutata a p e con n gradi di libertà)

Tasso specifico per età:

e' il rapporto fra il numero di casi incidenti (o decessi) in una certa classe d'età (N i) e il numero di individui nell'intervallo di età considerato.

Tasso standardizzato per età in modo diretto:

è una media ponderata dei tassi specifici per età con i pesi rappresentati dalla proporzione di soggetti nelle corrispondenti classi d'età della popolazione standard.

E' calcolata moltiplicando i tassi specifici osservati nella popolazione in esame per la corrispondente numerosità di una popolazione standard e sommando i valori ottenuti.

dove

T.S.D. = tasso standardizzato diretto

N i = numerosità in ciascuna classe i-esima d'età

Wi = numerosità in ciascuna classe i-esima della popolazione standard

Errore standard (ES) di un tasso aggiustato per età:

Viene calcolato assumendo che il numero di casi (o di decessi) abbia una distribuzione di probabilità di Poisson. Supponendo che il tasso aggiustato per età si compone di gruppi di età che vanno da X a Y

dove

N i = numerosità in ciascuna classe i-esima d'età

Wi = numerosità in ciascuna classe i-esima della popolazione standard

Popolazione Europea standard
Classi d'età Soggetti
0-4 8000
5-9 7000
10-14 7000
15-19 7000
20-24 7000
25-29 7000
30-34 7000
35-39 7000
40-44 7000
45-49 7000
50-54 7000
55-59 6000
60-64 5000
65-69 4000
70-74 3000
75-79 2000
80-84 1000
85+ 1000
Tot 100000
Rischio Cumulativo:

è la probabilità per un singolo individuo di contrarre una determinata patologia (o morire a causa di essa) nell'arco di vita considerato:

Algoritmi per i trend temporali

Cambiamento percentuale (PC):

è il cambiamento percentuale fra la media dei tassi dei primi due e quella degli ultimi due anni di un certo periodo (x-y).

Stima del cambiamento percentuale annuale (EAPC):

viene calcolata adattando ai dati una retta di regressione dei minimi quadrati sul logaritmo naturale dei tassi, utilizzando l'anno di calendario come variabile di regressione.

Test di significatività : EAPC uguale a 0

Testare l'ipotesi che EAPC è uguale a zero equivale a testare l'ipotesi che il parametro di regressione m sia uguale a zero.

L'ipotesi è rigettata ad un livello di significatività p se ProbT(abs(m/SEm), n-2)>= 1-p/2, dove ProbT(x,n) è la distribuzione T valutata in x e con n gradi di libertà, e dove SEm è l'errore standard di m della retta di regressione.

Errore standard di EAPC

L'errore standard è ottenuto dal modello di regressione (Kleinbaum, 1988). Questo procedimento di calcolo presuppone che i tassi aumentino o decrescano costantemente durante l'anno. Non è controllata la validità di questa assunzione. In quei pochi intervalli dove c'è almeno un tasso uguale a zero, la regressione lineare non è calcolata.

Sopravvivenza

Sopravvivenza Osservata:

indica la proporzione di pazienti viventi dopo un certo intervallo di tempo. I tassi di sopravvivenza osservata ad 1, 3, 5, 8 e 10 anni sono stati calcolati utilizzando il metodo attuuariale (Parkin DM, Hakulinen T. Analysis of survival. In: Jensen OM, Parkin DM, MacLennan R, Muir CS, Skeet RG. Cancer registration principles and methods. IARC Scientific publication n°95: 159-176,1991.)

Sopravvivenza Attesa:

E' la probabilità di sopravvivere per un certo intervallo di tempo calcolata su una coorte di soggetti della popolazione generale

Sopravvivenza Relativa:

E' il rapporto fra la sopravvivenza osservata in una coorte di pazienti e quella attesa in una coorte di soggetti della popolazione generale di eguale sesso ed età all'inizio dell'intervallo dei pazienti.

Sopravvivenza di periodo:

La sopravvivenza di periodo è un metodo che consente un monitoraggio tempestivo della sopravvivenza: le stime presentate sono ottenute con la metodologia di Brenner 1 implementata nel software SEER*Stat, che permette di valutare in anticipo, rispetto ai metodi di calcolo convenzionali, i risultati prognostici raggiunti negli anni recenti. Le stime di periodo includono infatti l’esperienza di vita dei pazienti diagnosticati negli anni più recenti a disposizione, mentre la stima convenzionale, o di coorte, è necessariamente differita di almeno 5 anni rispetto al periodo di osservazione dell’incidenza. La maggior tempestività delle stime di periodo è di particolare utilità nello studio dei lungo sopravviventi, ovvero la quota di pazienti in vita a 10 anni o più dalla diagnosi. E’ bene comunque tener presente che le stime di periodo non si sostituiscono all’analisi per coorte di diagnosi, ma ne rappresentano una anticipazione o proiezione.

1 Brenner H., Hakulinen T., Advanced detection of time trends in long-term patient survival: experience from 50 years of cancer registration in Finland. Am J Epidemiol, 2002; 156(6):566-577

Metodi di Stima

Il metodo adottato nella precedente versione di questo sito per la stima dei casi di tumore incidenti nelle varie ASL toscane, era basato sul rapporto incidenza/mortalità considerato nel suo trend temporale. Infatti erano stati adattati ai dati di incidenza e mortalità dei modelli log-lineari di Poisson età-periodo, uno per ogni combinazione di sede neoplastica e sesso.

Le nuove stime, sono state ottenute attraverso l’utilizzo del software MIAMOD (Mortality Incidence Analisis MODel) che si sta sempre più diffondendo negli ambienti epidemiologici come lo strumento più adatto e affidabile per tale scopo.

Il software MIAMOD è stato progettato per ottenere stime di incidenza e proiezioni di trend temporali a partire dal metodo proposto da Verdecchia et al. (A. Verdecchia et al. A metod for the estimation of cronic disease morbidity and trends from mortality data, Stat. Med. 8, 1989, 201-216).

Tale metodo fornisce le stime di incidenza e prevalenza a partire da informazioni riguardanti la popolazione, la mortalità generale e per causa specifica e la sopravvivenza relativa, distinte per età, sesso e anno di calendario.

Si assume che la malattia sia irreversibile e che l’incidenza sia una funzione lineare delle covariate età, periodo e coorte. Si considera per ogni soggetto solo l’incidenza del primo tumore. Il programma a partire dalle informazioni sulla mortalità osservata, sulla sopravvivenza relativa e su una modellizzazione della funzione di incidenza fornisce una proiezione della mortalità, negli anni non ancora osservati.

I parametri della funzione di incidenza vengono stimati come quelli che spiegano meglio i tassi di mortalità osservati.

La funzione di incidenza viene modellata attraverso un modello logistico avente per argomenti l’età, il periodo e la coorte.

Attraverso questo metodo di stima siamo in grado di fornire stime di incidenza e prevalenza (0-5 anni dalla diagnosi) per anno di calendario e per età (Classi Eurocare 15-44, 45-54, 55-64, 65-74, 75-84) per tutte le principali sedi neoplastiche.

Nel nostro sito internet riportiamo le stime di incidenza e prevalenza relative alle principali sedi tumorali, le più importanti in termini di frequenza.

N.B.

Essendo le stime prodotte col metodo MIAMOD limitate ai primi tumori e alle età inferiori di 85 anni il numero di casi attesi risulterà inferiore a quanto indicato da metodi di stima alternativi che considerino tutte le classi di età e tutti i tumori incidenti in qualsiasi ordine.


www.ispo.toscana.it - 2008 Tutti i diritti riservati I.S.P.O. - .: designed by: blucomunicazione.com :.